Cos’è Excel Swiss Knife (ESK)

ESKExcel Swiss Knife (ESK) è un componente aggiuntivo per Microsoft Excel nelle versioni 2007 e successive, a 32 e 64 bit.

Una volta installato, aggiunge al menu di Excel una nuova scheda, dalla quale si possono avviare tutte le sue funzioni. Queste sono divise in più categorie, e mirano a velocizzare compiti di elaborazione e trasformazione dei dati che manualmente o tramite le funzioni native di Excel richiederebbero molto tempo e numerosi passaggi, o in qualche caso non sarebbero possibili.

ESK è distribuito con licenza GPL v. 3.0, e disponibile in lingua italiana e inglese. Vai alla pagina di download per scaricare l’ultima versione disponibile.

Uno dei menu del programma: Numeri

La scelta delle funzioni implementate viene da una lunga esperienza nell’elaborazione di basi dati in Excel, e dal continuo riproporsi delle stesse tediose operazioni per la pulizia e il riordino delle tabelle. Ho quindi deciso di creare un set di strumenti che potessero facilitarmi il lavoro quotidiano. Ora metto questi strumenti a disposizione di tutti, sperando che possano essere utili a voi quanto lo sono a me.

Continuerò a sviluppare nuove funzioni da aggiungere al programma, e sarei felicissimo di ricevere vostre richieste, segnalazioni di bug e proposte di miglioramenti, che potete inviarmi dalla pagina dei contatti.

Nota importante: ESK è fondamentalmente una collezione di macro in VBA (Visual Basic For Applications). Prima di utilizzare le funzioni del programma, si sottolinea che è SEMPRE necessario effettuare un backup dei dati che si andranno a modificare, in quanto non è tecnicamente possibile invertire l’effetto di una macro in Excel. Inoltre, l’esecuzione di una macro “distrugge” la coda di UNDO, perciò nella maggior parte dei casi non sarà possibile tornare allo stato precedente all’esecuzione della funzione (anche parziale o interrotta prima della sua conclusione).
Per ovviare, almeno parzialmente, a questo rischio, tutte le funzioni “distruttive” del programma prevedono la creazione di un foglio di backup (nominato “ESK_Backup” e con la linguetta evidenziata in giallo).
Quindi, se qualcosa va storto, sarà quanto meno possibile tornare alla situazione precedente all’ultima funzione eseguita, prendendo i dati dal foglio di backup. Tuttavia, il foglio di backup viene sovrascritto ogni volta, pertanto se si eseguono più funzioni consecutivamente, sarà sempre possibile tornare indietro solo rispetto all’ultima elaborazione, mentre le precedenti saranno ormai irreversibili, se non chiudendo il file
senza salvarlo (e perdendo quindi ogni altra eventuale modifica effettuata).